DOMANDE GENERALI

Quando inizia il servizio?

L’avvio del servizio è previsto per fasi ed è stata suddivisa la città di Udine in 5 macrozone. Fase 1 (ex circoscrizione 2) e fase 2 (ex circoscrizioni 4-5-6) sono già state avviate nei mesi scorsi, mentre le restanti fasi hanno attualmente il seguente cronoproprogramma (modificato a seguito dell’emergenza COVID-19):

  • Fase 3 (ex circoscrizione 3) – dal 01/06/2020
  • Fase 4 (ex circoscrizione 7) – dal 03/08/2020
  • Fase 5 (ex circoscrizione 1) – dal 01/10/2020

Perché il passaggio al sistema casa per casa?

Perché i risultati ottenuti negli anni con i cassonetti stradali mostrano un congelamento su percentuali di raccolta differenziata appena al di sopra al minimo previsto dalle normative (65%), ossia fino al 2019 al 66-67%, oltre a una qualità non sempre adeguata dei materiali presenti nei cassonetti (tale da impedire l’avvio a completo recupero di quanto raccolto). Inoltre il casa per casa, sistema di raccolta misto (singola utenza – isola ecologica condominiale), responsabilizza maggiormente tutti nella gestione dei propri rifiuti e induce a una corretta separazione. L’obiettivo del sistema Casa per Casa è portare i livelli della raccolta differenziata, a pieno regime, all’80%.

Ma siamo sicuri che i rifiuti poi non vengono mescolati e buttati tutti in discarica o in inceneritore?

Si tratta di una leggenda metropolitana alimentata dall’idea che non convenga il loro riciclaggio. In realtà, sarebbe autolesionista per NET mescolare rifiuti separati perché, oltre al rilevante danno ambientale e ad una gestione ulteriormente più complessa, tale azione comporterebbe la riduzione d’introiti derivanti dalla vendita delle materie prime seconde e dall’aumento dei costi di smaltimento. Pertanto, i rifiuti vengono raccolti sempre separatamente da NET, in base al loro gruppo di appartenenza o per singola frazione merceologica. Si precisa infine che, relativamente alla seconda raccolta extra (il lunedì e solo su specifica richiesta dell’utenza richiedente) del rifiuto secco residuo indifferenziato “pannolini e pannolini”, essendo tale raccolta concomitante con quella del rifiuto “organico-umido” i mezzi di raccolta sono diversi o dotati di apposita vasca separata dal sistema di autocompattamento, nella quale vengono conferiti esclusivamente i sacchi di rifiuto indifferenziato “pannolini e pannoloni”.

RITIRO CONTENITORI

C’è da pagare per avere il kit dei contenitori?

I contenitori sono forniti in comodato d’uso gratuito, quindi non c’è un costo per l’acquisto. Nessuno è autorizzato a richiedere somme di denaro nè a domicilio, nè altrove. (Se ciò avviene si tratta di un tentativo di truffa, vanno dunque avvisate immediatamente le Forze dell’Ordine)

Posso ritirare il kit per un mio amico o amica che abita sotto?

Si, basta presentare un documento dell’intestatario della TARI.

Posso ritirare il kit per un mio parente che abita nell’altra via?

Si, come sopra.

I bidoncini sono associati alla persona o alla famiglia?

Tutti i contenitori sono identificati tramite codice a barre alfanumerico. Il kit dei 5 contenitori (bidoncini) tipo “singola utenza” sono associati all’intestatario della TARI. I cassonetti delle isole ecologiche condominiali sono invece associati al singolo condominio di appartenenza.

Devo fare qualche cosa se cambia la persona intestataria dell’utenza TARI? (ad esempio mio marito/moglie cambia casa)

Si, occorre fare la variazione dell’intestatario contattando il numero verde 800 520 406 (digitare 1) oppure recandosi presso lo sportello TARI di NET sito in viale Duodo 3/E al piano terra.

Se cambio casa, me li porto via?

Dipende. In caso di emigrazione fuori dal Comune di Udine devono essere restituiti. In caso invece di cambio di abitazione all’interno del Comune di Udine vanno tenuti e portati con sé nella nuova abitazione.

Se vado ad abitare in una zona che viene servita dal “casa per casa”, cosa devo fare?

Va contattata NET al numero verde 800 520 406 (digitare 0) dove verranno date indicazioni per concordare il ritiro della nuova attrezzatura. Inoltre, in caso di nuova iscrizione TARI contattare il numero verde 800 520 406 (digitare 1) oppure recarsi presso lo sportello TARI di NET sito in viale Duodo 3/E al piano terra.

ESPOSIZIONE CONTENITORI

Dove devono essere esposti i bidoncini nel giorno di raccolta?

L’esposizione deve essere effettuata la sera antecedente la giornata di raccolta, dalle ore 19 alle ore 24, in area pubblica ben visibile (strada o marciapiede) nella zona limitrofa alla propria abitazione. La raccolta “casa per casa” raggiungerà le strade pubbliche del Comune. Le strade private e vicinali invece potranno essere raggiunte solamente nel caso in cui i proprietari delle stesse sottoscriveranno una liberatoria che solleva Net da ogni responsabilità per danni dovuti ad eventuali cedimenti del fondo stradale causati dal peso dei mezzi impiegati. In caso contrario ovvero in caso impossibilità di accesso da parte dei mezzi di raccolta, i cittadini che risiedono in strade private dovranno esporre i contenitori al limitare della strada pubblica.

Quando bisogna esporli?

Nelle giornate previste dal calendario. Per ulteriori informazioni visita:

https://netaziendapulita.it/news/casapercasa/notizia_view

Il bidoncino va esposto solo quando è pieno?

Sarebbe preferibile l’esposizione del contenitore pieno o semipieno, tuttavia non vi sono obblighi in merito.

Cosa succede se nel giorno previsto per la raccolta, non sono in casa?

E’ possibile mettersi d’accordo con un vicino per l’esposizione. In alternativa il bidoncino dovrà essere esposto nel successivo giorno previsto dal calendario per quel tipo di rifiuto oppure può essere conferito presso i centri di raccolta comunali siti in via Stiria e via Rizzolo. Attenzione: il rifiuto tipo “secco residuo indifferenziato” è l’unica frazione di rifiuto urbano che non può essere conferita presso i centri di raccolta.

In caso di partenza, dove è possibile lasciare i rifiuti degli ultimi giorni?

E’ possibile mettersi d’accordo con un vicino per l’esposizione oppure può essere conferito presso i centri di raccolta comunali siti in via Stiria e via Rizzolo Attenzione: il rifiuto tipo “secco residuo indifferenziato” è l’unica frazione di rifiuto urbano che non può essere conferita presso i centri di raccolta.

Cosa succede se sbaglio giorno nell’esposizione del contenitore/bidoncino?

Nel periodo iniziale è previsto un monitoraggio NET per risolvere dubbi o errate interpretazioni. Successivamente, saranno applicati sul contenitore specifici bollini che segnalano l’eventuale errore. In caso di comportamenti reiterati, l’utente inadempiente sarà segnalato alla Polizia Locale e potrà essere soggetto alle sanzioni eventualmente previste nel regolamento comunale specifico. 

Cosa fare se il contenitore non viene svuotato?

Come in tutti gli avvii di nuove modalità di raccolta, durante le prime settimane di servizio potrebbe capitare qualche episodio di mancato svuotamento del contenitore, ad esempio perché collocato in una posizione poco visibile agli operatori. Gli operatori NET presidiano costantemente il territorio per intervenire e risolvere il problema. In ogni caso è possibile segnalare qualsiasi anomalia telefonando al numero verde 800 520 406 (digitare 0).

Cosa succede in caso di scambio di contenitori?

I contenitori non devono essere scambiati con quelli di altri nuclei familiari o vicini di casa poiché sono identificati ciascuno con un codice a barre alfanumerico che associa il contenitore all’utente.

Si consiglia pertanto di rendere riconoscibile i propri bidoncini apponendo su di esso una sigla o un segno di riconoscimento come un nastro o un adesivo.

Nel caso ci si rendesse conto che un bidoncino è stato scambiato non riuscendo a capire con chi è avvenuto lo scambio, è opportuno contattare al numero verde 800 520 406 (digitare 0).

E se qualche “furbo” mette rifiuti nel mio contenitore?

Nel caso ci siano conferimenti errati ripetuti, è opportuno contattare al numero verde 800 520 406 (digitare 0). NET adotterà, di concerto con l’Amministrazione comunale, le necessarie contromisure effettuando ad esempio un controllo puntuale all’interno dei contenitori, fino a risalire in qualche modo al conferitore. Probabilmente, non sarà conveniente fare i furbi, sia per i controlli istituzionali, ma soprattutto per il controllo sociale nel quartiere.

Cosa faccio se i contenitori si rompono?

I contenitori sono assegnati in comodato d’uso gratuito, quindi ogni utente deve gestirli con cura. In caso di rottura per cause accidentali può essere richiesta la sostituzione chiamando NET al numero verde 800 520 406 (digitare 0) dove verranno date indicazioni per concordare il ritiro della nuova attrezzatura. La sostituzione dell’attrezzatura danneggiata viene effettuata in forma gratuita tranne in casi di reiterate situazioni che verranno approfondite e verificate. Al momento della consegna della nuova attrezzatura deve essere restituita quella danneggiata.

E se me li rubano o li perdo?

Innanzitutto va segnalato immediatamente chiamando NET al numero verde 800 520 406 (digitare 0) dove verranno date indicazioni per concordare il ritiro della nuova attrezzatura. La sostituzione dell’attrezzatura smarrita o rubata viene effettuata in forma gratuita tranne in casi di reiterate situazioni che verranno approfondite e verificate.

Di chi è la responsabilità dei bidoncini/contenitori?

Tutti gli utenti si impegnano a ricevere i bidoncini/contenitori, a conservarli in buono stato, a effettuarne la pulizia autonomamente. Relativamente al tema delle responsabilità dei possessori del kit singola utenza, precisiamo che la raccolta “casa per casa” viene effettuata con il ritiro dei rifiuti a domicilio, previa distribuzione ai cittadini di contenitori che vengono ricevuti in comodato d’uso. Il cittadino che riceve i contenitori per la raccolta dei rifiuti a domicilio è custode degli stessi e ne è responsabile, salvo il caso fortuito o la forza maggiore. Pertanto, in caso di dolo, evento atmosferico o atto vandalico da parte di un terzo, la responsabilità del custode è esclusa. Nella nozione di caso fortuito, si ricomprende anche il fatto del terzo o di colui che subisce il danno.

Se sono un disabile come faccio a esporre i bidoncini nel giorno previsto?

Per gli utenti affetti da disabilità o difficoltà motorie e di deambulazione impossibilitati a esporre i bidoncini, NET precisa:

  • relativamente a difficoltà che riguardano esclusivamente la movimentazione e lo spostamento dei contenitori in dotazione, previa comunicazione  scritta a info.servizi@netaziendapulita.it (specificando il nominativo dell’intestatario dell’utenza TARI, un contatto telefonico e l’indirizzo dell’abitazione), è possibile richiedere l’esposizione alternativa dei rifiuti all’interno di sacchi chiusi (a carico dell’utente) al posto dei 4 contenitori da 40 lt previsti per carta, plastica, secco residuo, vetro e barattolame, con la sola esclusione del rifiuto organico che va comunque esposto nell’apposito e più piccolo contenitore da 25 lt;
  • relativamente,  ad oggettive e riscontrate difficoltà aventi ad oggetto il trasporto quotidiano dall’abitazione alla più vicina area pubblica disponibile per l’esposizione dei contenitori in dotazione (kit dei 5 contenitori per “singola utenza”), NET si è già attivata con il Comune di Udine – Assessorato alle Politiche per il superamento delle disabilità – al fine di trovare una concreta soluzione mediante una specifica assistenza tramite l’attivazione dei Puc comunali (Progetti utili alla collettività). Si precisa, per completezza, che è inibito agli operatori di NET accedere all’interno di fabbricati o aree private.

CONFERIMENTO

Se sbaglio a separare i materiali cosa succede?

Nel periodo iniziale è previsto un monitoraggio NET per risolvere dubbi o errate interpretazioni. Successivamente, se l’operatore noterà nel bidoncino la presenza di materiali non conformi lascerà un avviso di errato conferimento (bollino) e il bidoncino non verrà svuotato. Dopo una fase preliminare di ulteriore informazione, in caso di comportamenti recidivi e di evidente malafede, l’utente inadempiente sarà segnalato alla Polizia Locale e potrà essere soggetto alle sanzioni eventualmente previste nel regolamento comunale specifico.

Devo lavare le scatolette, i barattoli e in generale i contenitori per alimenti prima di gettarli?

È bene sciacquare in maniera superficiale e veloce, oppure pulire con la carta assorbente da cucina, il barattolame e gli imballaggi per alimenti prima di conferirli. Infatti, i residui di cibo potrebbero iniziare a decomporsi generando odori sgradevoli. Non è necessario un lavaggio approfondito con sapone. Si può ad esempio riutilizzare l’acqua di lavaggio dei piatti, senza sprecare acqua potabile.

Il vento rovescia i contenitori

Questo problema è limitato a zone, giornate e nicchie particolari. Altre esperienze ci dicono che ben presto, dopo la prima esperienza, si trovano i giusti accorgimenti, come individuare il posto riparato dal vento, chiudere il contenitore con adeguate protezioni, predisporre ancoraggi ecc.

Come proteggere i bidoncini dagli animali?

I contenitori impiegati per le famiglie sono dotati di un sistema di chiusura antirandagismo. Sta al rispetto reciproco cercare di fare attenzione agli animali domestici nei pressi dei mastelli durante le ore di esposizione.

Come funziona per il verde e gli scarti da giardino ora che togliere tutti i cassonetti?

Le utenze “domestiche” che non hanno la possibilità di recarsi presso i Centri di Raccolta comunali possono usufruire di un servizio di ritiro domiciliare gratuito del rifiuto tipo verde da sfalci e piccole potature. Per poter usufruire di questo servizio domiciliare è necessaria una prenotazione, tramite chiamata al numero verde 800 520 406 digitando (0), oppure prenotarsi online su https://netaziendapulita.it/servizi/prenotazionicasapercasaudine . Per ulteriori informazioni visiona il video tutorial su https://www.net-education.it/wp-content/uploads/2020/05/NetMotionGraphic-Singolo-VERDE.mp4

QUESTIONI DI SPAZIO

In casa non ho spazio per tenere i bidoncini della differenziata, come faccio?

Ogni utenza si può organizzare liberamente in funzione dei propri spazi. Il “casa per casa” è un sistema che responsabilizza in primo luogo proprio sulle quantità di rifiuti prodotte giornalmente.

Il primo suggerimento è quello di impegnarsi per ridurre la produzione di rifiuti, iniziando a modificare i comportamenti d’acquisto: scegliere ad esempio i prodotti con imballaggio ridotto, preferire le confezioni famiglia a quelle monoporzione, comprare alimenti al banco, usare le ricariche per detergenti e detersivi, riabituarsi a bere l’acqua del rubinetto.

Già adesso la raccolta differenziata è obbligatoria e le famiglie sono organizzate con contenitori per separare in casa i materiali.

I bidoncini del “casa per casa” sono di nuova concezione: sono antirandagismo e si possono impilare. L’esperienza insegna che una soluzione c’è sempre.

ALTRE DOMANDE

I contenitori stradali rimarranno o saranno tolti?

Saranno rimossi, per fasi e con tempistiche cadenziate tutti contenitori stradali. Per i piccoli rifiuti (es: fazzoletti usati, gomme americane, mozziconi di sigarette) e per i sacchetti con gli escrementi del proprio cane, si possono utilizzare i cestini stradali.

Per le deiezioni come bisogna comportarsi?

Per chi è fuori con il cane, per le deiezioni potrà comunque utilizzare i cestini stradali.

Il servizio di raccolta avviene anche nei giorni festivi?

Sì nei giorni festivi il servizio funziona come per tutti gli altri giorni indicati nel calendario di esposizione consegnato alle utenze.